Alimentazione sana

Alimentazione sana

Alimentazione sana

Mangiare bene aiuta a mantenere il proprio benessere. Questo è ormai è un sapere comune, ma “fra il dire e il fare c’è di mezzo il mare” cita un detto, forse perché la fondamentale importanza di un’alimentazione sana viene spesso sottovalutata. Inoltre cambiare le abitudini alimentari costa parecchia fatica perché associamo al cibo delle emozioni: socialità, relax, energia. Proprio per questo, quando si modifica la propria routine alimentare, spesso ci si può sentire nervosi e difficilmente si riesce a mantenere i buoni consigli per un periodo di tempo prolungato. Oltre alla qualità del cibo è di fondamentale importanza prestare attenzione agli abbinamenti alimentari, poiché alcune combinazioni di cibi possono essere mal tollerate dall’organismo il quale può impiegare una grande energia per digerirle e metabolizzarle. Dobbiamo però considerare che ogni individuo è differente, perciò risulta di estrema utilità valutare prima la costituzione della persona e in secondo luogo consigliare gli abbinamenti alimentari più idonei, ottimizzando così l’energia.

In primis bisogna valutare la costituzione attraverso l’osservazione e attraverso l’iridologia, successivamente vengono individuati gli alimenti più adatti al soggetto, tenendo in considerazione anche altri due importanti fattori: i sovraccarichi tossici e il reale bisogno energetico anche in base all’età biologica.

Spesso trovo davanti a me soggetti che mangiano molto ed hanno sempre fame per il fatto che non si nutrono nel modo giusto per le proprie caratteristiche fisiche. In questi casi è necessario considerare alcuni abbinamenti alimentari “particolari” in modo che non ci siano cali energetici troppo bruschi.

Al contrario, in soggetti inappetenti riscontro alcune volte la tendenza a forzasi per mangiare, metodo che procura difficoltà digestive e cali energetici conseguenti. In questi casi ritengo opportuno considerare un’integrazione appropriata per ripristinare la capacità digestiva oltre che valutare alcune intolleranze alimentari o comunque abbinamenti alimentari appropriati per il soggetto.

Il mio compito come naturopata professionista non è quello di fare diete -esistono professionisti che sono abilitati e specializzati in quello- bensì quello di consigliare abbinamenti alimentari compatibili con la propria costituzione ed energia vitale.

Competenze

,

Postato il

Lug 5, 2017